31 gennaio

Bab el Kasbah compie un anno!

Il 31 gennaio si è festeggiato  il primo anno di attivAlle porte del desertoità
della Galleria, con un brindisi cui sono stati invitati tutti gli amici di Bab el Kasbah.

A tutti i partecipanti, è stato offerto un Buono/sconto su tutti gli oggetti della Galleria.

 

 

Dal 22 novembre al 6 gennaio

Un Natale da Mille e una notte                

Mille e un regaloFino al 6 gennaio, la Galleria Bab el Kasbah ha
proposto per le feste di fine d’anno, a prezzi veramente
speciali, una scelta dei più belli oggetti della sua collezione:
gli anelli e i bracciali d’argento dell’artigianato berbero,
le ceramiche di Fez, i lapislazzuli afghani, le collane, le
perle, le pietre e i fossili del deserto del Sahara.
Ma anche i coloratissimi cotoni e le lane tuareg tessute
al telaio, gli eleganti mantelli e le raffinate jellabe orientali,
i tavolini e le lampade in ferro battuto, le borse di cotone
e di pelle.
Oggetti nuovi e pezzi d’antiquariato, come le tavole del
Corano illustrate, le caffettiere del deserto in bronzo e rame,
i gri-gri portafortuna dell’Africa sub sahariana, le stampe
liberty dei poster orientalisti primo Novecento; e una raccolta
di libri sull’arte e la cultura araba, la storia, il cinema, la
letteratura, la fotografia, il fumetto.
Un tesoro da Mille e una notte, nella cornice delle affascinanti gigantografie su tela di Laura Terzani,
cui hanno fatto da contrappunto le delicate miniature dell’artista marocchino Mohamed Raiss el Fenni.

Mosaici e gioielli                                                              

Dal 5 al 12 dicemMosaicobre, Katia Satti ha esposto nella Galleria alcuni dei suoi mosaici e i gioielli in argento e pasta filata della sua ultima collezione.

Oggi, attraverso la tecnica progettuale dei mosaicisti contemporanei, il mosaico è tornato di moda, con la capacità di rinnovarsi continuamente. La Satti fa riferimento, con originalità, ad immagini e temi tipici del Mediterraneo.

 

Dal 7 al 19 ottobre 2014

“Miniature”, di Mohamed Raiss el Fenni

Volantino MostraMartedì  7 ottobre, dalle 18.00, c’è stata l’inaugurazione della Mostra di Miniature dell’artista marocchino Mohamed Raiss el Fenni. Artista autodidatta, pittore, creatore di moda, decoratore e scenografo, Raiss el Fenni è un autore impregnato della cultura e delle tradizioni del Marocco, ma di una creatività e di una libertà espressiva straordinarie. Ha portato a Roma, nella galleria Bab el Kasbah, una nutrita scelta delle sue miniature, dense di piccoli personaggi, di immagini delicate, ma anche di immagini drammatiche, come quelle dei boat-people sperduti in mare, al largo di una irraggiungibile Lampedusa.

La Mostra resterà aperta fino al 19 ottobre.

Dal 13 giugno al 10 luglio 2014

“Nella magia del Marocco”, di Laura Terzani, a Napoli

Gonfalone MostraVenerdì 13 giugno si è inaugurata a Napoli, nella Sala delle prigioni di Castel dell’Ovo, la Mostra “Nella magia del Marocco”, gigantografie su tela di Laura Terzani, curata da Massimo Ghirelli con il Patrocinio del Comune di Napoli – Assessorato alla cultura, e del Forum Universale delle culture. Erano presenti il Sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, l’Assessore alla Cultura Nino Daniele e l’Ambasciatore del Marocco, Hassan Abouyoub.

La Mostra è restata aperta fino al 10 luglio.

Dal 6 al 20 giugno 2014

“Arancio marocchino”, foto di Antonio Colombi

Arancio.Marocchino.6Venerdì 6 giugno, dalle 18.00, inaugurazione della Mostra “Arancio marocchino”, fotografie di Antonio Colombi. Si tratta di 20 immagini su tela, che raccontano il viaggio dell’autore in un paese straordinario, attraverso il filo conduttore di un colore, l’arancione, colto nelle sue sfumature: dal deserto alle montagne dell’Atlante, dalle città imperiali alle stradine della kasbah, piene di fascino e umanità.

Dal 21 al 23 marzo 2014

“Di perle, pietre e argenti”, viaggio nelle collane di Laura Terzani

locandina collane new Ottoni africani, lapislazzuli afghani, argenti turchi, grani di rosario musulmano, murrine venete; e poi ametiste, labradoriti, radici di rubino, pasta di turchese, perle scaramazze e anelli fossili di serpenti…E’ un viaggio nelle culture e nei tempi, quello che si percorre attraverso le collane di Laura Terzani, che combina pietre e metalli con un gusto straordinario, che sa fondere il classico con il primitivo, la forza e l’armonia.