Giugno 2018

Bab el Kasbah si trasferisce: sconti straordinari fino al 20 luglio     

Vetrofania BabAlla fine dell’estate, la Galleria Bab el Kasbah chiude i battenti a via dei Banchi nuovi e si trasferisce in zona Prati, dove aprirà una show room con i pezzi più belli del suo artigianato marocchino, gli abiti e le sue stoffe più preziose, e soprattutto le meravigliose collane e le gigantografie su tela di Laura Terzani.

Fino al 20 luglio, quindi, nella consueta sede di via dei Banchi nuovi 22, sconti straordinari per i vecchi e nuovi clienti: oltre il 30 per cento su tutti gli oggetti, le foto, i tessuti, le sciarpe di seta, le coperte, le lampade, le jellabe,  gli anelli, le croci copte, gli argenti berberi, i turbanti tuareg, i gilet afghani, i mobili e i ferri battuti dell’antiquariato arabo.

Se vi eravate innamorati di quella antica mano di Fatima d’argento, di quel meraviglioso bracciale di malachite, di quella preziosa porta dipinta trasformata in un tavolo di cristallo; se vi siete persi nel blu delle stradine berbere, nello skyline delle terrazze e dei minareti di Tangeri, passate ancora una volta da Bab el Kasbah: vi aspettiamo.

Maggio 2018

L’incanto del Calamo

Bab el Kasbah ospita fino al 19 maggio una bellissima Mostra del calligrafo iracheno Amjed Rifaie e dei suoi migliori allievi. Una trentina di quadri di diverse dimensioni, che propongono i diversi stili di calligrafia, e le possibili contaminazioni con l’arte calligrafica di paesi come la Cina e il Giappone.

 

1 Febbraio 2018

Bab el Kasbah compie 4 anni!

Guida Tuareg

Giovedì 1 febbraio, dalle 18 alle 21, grande festa per l’anniversario
della Galleria di arte, foto e artigianato della cultura araba.

Tutti gli amici, gli artisti, gli appassionati del mondo arabo e i clienti
che in questi anni hanno accompagnato la nostra avventura, sono
invitati ad un aperitivo musicale, con il magico liuto di Nour Eddine,
un buon the alla menta e il migliore felafel di Roma.

Per l’occasione, abbiamo portato dal Marocco e da altri paesi d’Oriente
nuovi gioielli, bracciali e orecchini d’argento, pendenti tuareg, vaporose
sciarpe di seta, mantelle di cachemere e lana, turbanti multicolori,
eleganti borsette e scarpe di pelle, coloratissimi tessuti al telaio,                                                  lampade, ceramiche, stampe ed oggetti dell’antiquariato arabo,                                                                    berbero ed ebreo: tutto con uno sconto straordinario del 30 per cento!

 

Natale 2017

APRITI, SESAMO!

Caverna Ali BabaNon c’è bisogno di Ali Baba per scoprire i nuovi tesori nascosti nella caverna/galleria di Bab el Kasbah: tra i preziosi tessuti di seta e di lino, le eleganti giacche di panno e i gilet afghani di lana cotta, i turbanti tuareg e le piccole borse di cuoio delle montagne berbere, spuntano gli amuleti africani d’argento e corallo, gli orecchini di rosse corniole del deserto, i bracciali di malachite e argenti maghrebini, gli infiniti intarsi delle antiche croci copte… Mentre sulle pareti della caverna risplende la magia dei colori del Marocco, con i teli di Laura Terzani, le stampe orientaliste dell’Art nouveau, le morbide luci blu delle lampade iraqi.

A Natale, prezzi speciali e piccoli regali per i nuovi e vecchi amici di Bab el Kasbah: vi aspettiamo a via dei Banchi nuovi, 22, verso piazza Navona!

 

 

 

Corniole e lavaSpecchio ErteGilet afghanoargenti.berberiboules berberes

 

12 Ottobre 2017

 

Aperitivo a Bab el Kasbah

Vetrina Bab

Giovedì 12 ottobre, dalle 18 alle 20,30, tutti gli amici di Bab el Kasbah sono invitati ad un aperitivo speciale
offerto dalla Galleria in contemporanea con gli eventi e i vernissage di Rome Art Week, in via dei Banchi Nuovi.

Nella cornice delle emozionanti gigantografie su tela di Laura Terzani, “La Porta della Kasbah” proporrà le
novità arrivate dopo il periodo estivo: nuovi turbanti in seta e cotone, giacche e raffinati gilet dall’Afghanistan,
eleganti tovaglie di lino, inediti orecchini tuareg ed anelli della straordinaria Maison d’argent di Rabat,
preziose collane di antiche murrine venete, amuleti di argento e coralli (i gri-gri) dei guerrieri africani; e poi
antichi piatti di rame e argento, icone etiopi, splendidi oggetti della tradizione araba ed ebraica del Marocco…

Mentre il mondo sembra chiudersi in se stesso, in preda a vecchi pregiudizi e nuove paure, Bab el Kasbah vi
propone incontri inediti e nuovi orizzonti.

 

 

Giugno 2017

L’Estate avrà i colori del Marocco

vetrina.uomini.bluL’estate di Bab el Kasbah si colora di tutte le sfumature del Marocco: sono arrivate in galleria molte novità, che stupiranno anche i nostri amici più assidui.  Sete impalpabili che trascorrono dal verde al viola; cotoni tuareg che spezzano il blu del Sahara con i simboli neri della loro scrittura; preziose collane di smalti del Turkmenistan, che sembrano imitare i pendenti d’argento con la fibula romana, rivisitati  dai berberi delle montagne del Rif.

E ancora le nuove, elegantissime sciarpe e stole dei sarti di Tangeri, che un tempo avevano vestito le più belle attrici di Hollywood e i più eccentrici artisti ospiti nella villa di Yves Saint Laurent, con incredibili accostamenti di colori. Ma anche le jellabe più tradizionali propongono tessuti inediti, come la seta di cactus; e tagli molto moderni, con giacche disegnate con un tratto di penna, in lino, cotone, seta cruda, fresco di lana. Tra i tessuti al telaio, eleganti coperte e tovaglie per l’estate, insoliti teli per il mare, cuscini di tutte le dimensioni e i colori.

Tra i pezzi inediti di maggior valore, un’antica mano di Fatima tutta in argento, con animali simbolici; una meravigliosa collana della collezione di Bab el Kasbah, con piccoli diamanti neri e chiusura berbera; un bracciale eritreo dell’epoca coloniale, con una antica lira italiana; un modernissimo collare sahariano colorato all’Henné.

E infine, a dare cornice e atmosfera a tutta la Galleria, i teli fotografici di Laura Terzani, con nuove gigantografie degli angoli più affascinanti del Marocco, dagli archi blu cobalto della mitica Chefchaouen agli struggenti tramonti dalle terrazze di Tangeri.

Jellaba in setaPendente e smalti turkmeni    Stola azzurra    Tovaglia lino    collane africaneChech tuareg

Mano.argento    Zanna tuareg    bracciali vari     borsine velasco   Lume candelabri    Marocco blues

 

Dal 31 marzo al 9 aprile

Le luci di Samarcanda

Luci.SamarcandaLa Galleria Bab el Kasbah, in collaborazione con Orizzonti plurali, vi invita venerdì 31 marzo, dalle ore 18, all’inaugurazione della Mostra “Le luci di Samarcanda”.
Dall’Arabia alla Cina, gioielli tribali, pendenti di perle e di seta, antichi talismani, tessuti preziosi, mantelli tuareg, copricapi kazaki, abiti rituali del Turkmenistan, ornamenti delle tradizioni sciamaniche e pre-islamiche, ciotole di porcellana in eleganti contenitori di cuoio….
Un viaggio straordinario alla scoperta dei tesori della Via della seta, lungo il cammino che dal deserto dei nomadi berberi alle steppe mongole, in compagnia di avventurieri, mistici e mercanti, porta fino alla mitica città di Samarcanda…

Galleria Bab el Kasbah, via dei Banchi Nuovi,22.
Fino a domenica 9 aprile, tutti i giorni dalle 15,00 alle 19,30, sabato e domenica anche la mattina, dalle 11,00.

(Anche su “Roma Multietnica“)

 

 

Samarcanda5Samarcanda2

 

 

Febbraio 2017

Bab el Kasbah compie 3 anni!

3 anni di Bab el KasbahMercoledì 1 febbraio, dalle 18 alle 20, la Galleria Bab el Kasbah ha festeggiato 3 anni di attività.
Tutti gli amici, gli artisti, gli appassionati del mondo arabo e i clienti che in questi anni hanno accompagnato la nostra avventura e condiviso il nostro interesse per questa cultura, sono stati invitati ad un aperitivo musicale, con il tamburo gnawa di Noureddine, l’ipnotico sassofono di Nicola Alesini e il migliore felafel di Roma.

E’ venuto a trovarci anche l’Ambasciatore del Marocco, Hassan Abouyoub.

Per l’occasione, su tutte le gigantografie su tela, le collane, i gioielli, gli oggetti d’antiquariato, le sciarpe, le jellabe, i tessuti di seta e cotone della Galleria, uno sconto straordinario del 20 per cento, che sarà attivo per tutto il mese di marzo!

 

 

 

Alesini e NoureddineNicola & NourFesta.Bab.4

Dicembre 2016

Esprimi un desiderio!

Bab AladdinA Natale non c’è bisogno di sfregare la lampada di Aladino: per realizzare i tuoi desideri basta entrare a Bab el Kasbah, dove un genio sempre disponibile ti farà trovare tutto quello che hai sempre voluto, per te stesso o per fare un regalo diverso a chi vuoi bene.

Un gioiello originale per la tua compagna, con pietre ed argenti di terre lontane, lapislazzuli venati d’oro e quarzi africani, turchesi berberi e bracciali di granati rossi o di verde malachite.

Un gilet marocchino per tuo marito, di elegantissimo tessuto in seta e cotone, della boutique Volubilis, nel cuore di Tangeri.
Un’antica croce copta per tua madre, un gioiello lavorato in Etiopia con l’argento di un tallero del Settecento.
Una stupenda stola per la tua amica del cuore, in panno viola o rosa antico, del mitico De Velasco, sarto delle dive di Hollywood.
Una teiera turco-ottomana per un collega di lavoro, con un becco a punta d’ottone finemente istoriato.
Un paio di orecchini e un pendente per la tua ragazza, di corniola o smalti berberi, di topazio o di ebano, come usano i tuareg.
Per la tua casa, una scelta di coloratissime coperte di cotone e di seta, tessute al telaio; o un magnifico tavolo di ferro battuto, che incastona nel cristallo un’antica finestra di legno finemente lavorata dagli artigiani della vecchia medina.                                                                                                             Infine, per te, il genio della lampada ha in serbo un’affascinante gigantografia sulla tela, che come una finestra spalancata apre il tuo soggiorno, e la tua mente, all’azzurro dell’Atlantico, o all’oro delle pietre e degli archi d’una vecchia kasbah araba.
Esprimi un desiderio.

 

Ottobre 2016

Seduzioni d’autunno

Serraglio ChaouenAlla fine dell’estate, con i tempi lunghi delle antiche carovane, è arrivato a Bab el Kasbah un carico di tessuti, mobili, oggetti d’arredamento, e bellissimi pezzi d’antiquariato.
Pensando alle fresche notti d’autunno abbiamo portato una quantità mai vista di runner, cuscini e coperte di cotone, di lana e di seta, tessute dagli artigiani del fondaco di Tangeri con i loro incredibili colori; sciarpe di seta e cachemere, stole di panno e scialli striati di zagare delle raffinate boutiques della medina; e gli cheches originali dei nomadi tuareg, trascorrenti dall’azzurro all’indaco.
E ancora, nuove borse e scarpe di morbido cuoio dal villaggio berbero di Chefchaouen, i turbanti e i berretti colorati del petit Socco, i nuovissimi bracciali di turchesi, granati e labradoriti di Laura Terzani, che accompagnano le sue originali collane di lapislazzuli, resine e argenti.
I pezzi forti della nuova collezione sono tre eleganti bauletti di legno della Kasbah di Rabat; due appliques di ottone antico finemente istoriate; una teiera arabo-ottomana di rame, ottone e legno; e infine un meraviglioso tavolo che blocca nel ferro battuto un’antica porta di legno verde e rossa, protetta dal cristallo.

jellaba con borsastola di pannocoperteapplique ottone