Il centro interculturale

Bab nightBab el Kasbah vuole anche essere un Centro interculturale: un punto di riferimento per quanti si interessano non soltanto della cultura araba, ma dei problemi e delle opportunità dell’incontro tra culture diverse; dei temi dell’immigrazione e del razzismo, della società multiculturale e dell’educazione alla cittadinanza globale.

In questa prospettiva, nel solco del lavoro condotto per oltre vent’anni dall’Archivio dell’Immigrazione  (si ricorda in particolare la Grande Mostra dedicata proprio alla Kasbah araba) –  e in collaborazione con le Università La Sapienza e Roma Tre –  il Centro raccoglie libri, riviste, documentazione, materiali grafici e audiovisivi su questi temi; tesi e ricerche sull’intercultura; rassegne stampa sull’attualità del mondo arabo; e organizza incontri, proiezioni, eventi e mostre di artisti italiani e stranieri.  Tra i più interessanti, un miniaturista marocchino, Mohamed Raiss el Fenni, e un’artista del mosaico, Katia Satti.

Croce coptaLe Mostre degli scorsi anni sono state dedicate ai Quadri sonori dell’artista iraniano Pejman Tadayon; alle fotografie di Rosetta Messori su Sana’a, la meravigliosa capitale dello Yemen, in questi mesi sotto l’attacco degli islamisti; e un’esposizione dei vestiti realizzati da profughe e immigrate africane, sotto l’egida di Migrants du Monde.

Attualmente, la Galleria espone anche una straordinaria collezione di Croci copte etiopiche: antichi gioielli d’argento che nei secoli sono diventati parte della stessa identità dell’Etiopia. Tra gli ultimi eventi, Mille e una sfumature di blu, dedicato ai blu del Marocco, e una festa per i 3 anni di Bab el Kasbah, con i musicisti Nicola Alesini e Nour Eddine.                                                                                                               La Mostra più recente è stata invece dedicata alle Luci di Samarcanda, un viaggio straordinario alla scoperta dei tesori della Via della seta, organizzato con l’associazione Orizzonti plurali.

3 anni di Bab el Kasbah      Samarcanda5      vetrina.uomini.blu      Luci.Samarcanda